Epilazione Laser

Epilazione Laser Milano

L'epilazione laser è un trattamento di diradamento progressivo e permanente della peluria considerato, nell'ambito della medicina estetica, come l'unica soluzione efficace per risolvere in maniera definitiva il problema dei peli superflui.

Sempre più persone, sia donne che uomini, si rivolgono a questo trattamento per eliminare una condizione che spesso causa disagio e imbarazzo. A volte la scelta viene maturata nel tempo per questioni puramente estetiche o legate a volte alla specifica tipologia di lavoro (si pensi agli sportivi ad esempio); in altri casi si tratta di un metodo efficace per combattere la problematica più grande e delicata dell'irsutismo, che spesso affligge le donne rendendole insicure.

L'irsutismo, difatti, si manifesta con la crescita sconsiderata di peluria nelle cosiddette zone glabre, creando notevole imbarazzo nella donna stessa, che sarà costretta a ricorrere a depilazioni quotidiane, rischiando di enfatizzare ancora di più il problema. Le cause dell'irsutismo potrebbero essere legate a una eccessiva sensibilità agli androgeni o a una sovrapproduzione di essi, per questo in questi casi è sempre bene affiancare dei trattamenti farmacologici. In altri casi la donna si trova invece nella condizione di una comune, ma ugualmente fastidiosa, ipertricosi, ovvero una sovrapproduzione di peluria in zone normalmente ricoperte da peli, dovuta a particolari disfunzioni ormonali o trattamenti specifici.

Oramai le moderne tecnologie laser impiegate consentono di ottenere risultati ottimali in breve tempo e in massima sicurezza, nel pieno rispetto della salute del paziente. Questo significa che con poche sedute si potranno eliminare i peli superflui in modo progressivo e permanente, riducendo la presenza dei peli e allungando enormemente i tempi di comparsa.

I peli verranno estirpati dalla radice eliminando la vascolarizzazione del follicolo pilifero, facendo in modo che quest'ultimo perda la sua funzione principale, ovvero quella di accogliere il bulbo da cui ha origine il pelo stesso. Il trattamento si avvale dell'utilizzo di un dispositivo laser, ovvero di un raggio luminoso ad alta potenza e monocromatico che viene puntato direttamente sul follicolo con precisione millimetrica.

L'epilazione laser è un trattamento che avviene senza anestesia, è completamente indolore e non sono stati riportati effetti collaterali specifici. In alcuni casi è possibile che al paziente venga somministrata una leggera crema anestetica, ma questo dipende dalla situazione.

Sono molti i vantaggi nel sottoporsi a un intervento di epilazione laser: la pelle apparirà più liscia e uniforme, non sarà più necessario ricorrere a dolorose cerette e si risparmieranno tempo e soldi a lungo termine. Inoltre, i pazienti potranno risolvere finalmente il problema dell'irsutismo, della follicolite o della formazione di continue microcisti.

Ricorrendo difatti a tecniche di depilazione tradizionale aumenta notevolmente il rischio di infezioni sulla cute e i peli tendono a ricrescere molto più duri e ispidi; spesso inoltre si presenta anche il fastidioso problema dei peli incarniti, fonte di infezioni oltre che esteticamente sgradevoli.

A chi è consigliata l'epilazione laser?

L'epilazione laser è consigliata a chiunque voglia liberarsi del fastidio dei peli superflui, sia uomini che donne senza distinzione e può essere fatta a qualsiasi età. Difatti non vi sono limitazioni rispetto al tipo di carnagione né al tipo di pelo, oggi anche le pelli più scure tendono ad ottenere dei buoni risultati grazie alla precisione degli ultimi dispositivi tecnologici sempre più specializzati per andare incontro ad ogni evenienza.

L'unica eccezione al trattamento è rappresentata dai peli bianchi, in quanto essendo privi di melanina, non riescono a catturare la luce laser, pertanto su di loro l'epilazione non produce alcun effetto. Possono essere trattate tutte le zone del corpo, da quelle più estese a piccole zone dettagliate: generalmente le donne richiedono l'epilazione per la zona del mento e della parte superiore delle labbra (i cosiddetti "baffetti"), ma anche ascelle e soprattutto la zona dell'inguine e delle gambe.

Anche gli uomini negli ultimi anni si sono avvicinati al mondo della medicina estetica, mostrando un grande interesse per la cura del corpo. Chi si sottopone al trattamento richiede generalmente interventi per eliminare i peli superflui dal torace, dalla schiena, dalla nuca e dalle spalle, soprattutto se si tratta di sportivi.

Tuttavia, bisogna considerare che vi sono delle condizioni cliniche che potrebbero limitare o impedire del tutto l'epilazione laser: si tratta di malattie virali di tipo dermatologico, patologie a carico della cute, recenti trattamenti di peeling, presenza di malattie fotosensibili come il lupus eritematoso o ad esempio la possibilità di sviluppare ipercromie. Sarà sempre cura del medico valutare tutte queste situazioni e saper offrire la soluzione più adeguata nel benessere primario del paziente.

La gravidanza di per sé non produce effetti collaterali, ma in ogni caso si consiglia di rimandare il trattamento sempre a dopo il parto. Se si stanno assumendo farmaci bisogna fare molta attenzione perché alcuni di essi sono fotosensibilizzanti, come gli antibiotici, gli antistaminici, gli antidepressivi, gli antiinfiammatori non steroidei. Informate sempre il Dott. Domenico Miccolis prima dell'intervento, il quale valuterà un'eventuale sospensione e vi suggerirà le soluzioni più opportune.

Epilazione laser: la fase di preparazione

Prima di accedere al trattamento è necessario sottoporsi ad un'accurata visita specialistica dove il medico estetico valuterà alcuni fattori fondamentali per improntare un intervento ad hoc, alla luce del fatto che ogni persona seguirà un suo percorso personale: non esistono trattamenti standard per tutti. Sarebbe difficile, inoltre, stabilire a priori il numero di sedute necessarie, perché non è possibile prevedere in anticipo come reagirà la pelle. Mediante un check up completo dell'epidermide si prenderanno in esame il fototipo cutaneo, il colore dei peli, la loro dimensione, lo spessore e la profondità. Il colore dell'incarnato, difatti, determinerà la fluenza del laser (ovvero l'energia erogata), che sarà più bassa con le persone con la pelle chiara, i peli scuri e dal diametro ampio. Questi sono fattori che possono aiutare il chirurgo a capire i parametri che dovranno essere impostati per il dispositivo laser e possono in qualche modo offrire una visione alquanto generale sulla reazione possibile.

Si procederà anche ad un'anamnesi dettagliata sulle condizioni di salute, per valutare la presenza di eventuali patologie che potrebbero richiedere attenzioni particolari. Difatti il numero delle sedute e la loro tipologia, così come i risultati successivi, saranno differenti qualora ci si trovi di fronte ad un paziente affetto da irsutismo (eccesso di peli legato a disfunzioni ormonali) o da semplice ipertricosi (eccesso di peli in zone in cui sono normalmente presenti).

Nel corso della prima visita sarà possibile rivolgere al Dott. Domenico Miccolis tutte le domande necessarie in modo da poter fugare ogni dubbio e curiosità. Questi, a sua volta, informerà il paziente sui risultati sperati, eventuali controindicazioni ed effetti collaterali e procederà alla richiesta della firma per il consenso informato.

È altamente sconsigliato prendere il sole o sottoporsi alle lampade UV nella fase precedente al trattamento (fino a due-quattro settimane prima). Questo perché la melanina non deve aver subito altre stimolazioni prima del trattamento laser.

Prima di sottoporsi all'intervento è necessario anche radere i peli perché questi dovranno essere di lunghezza minima di modo che il laser possa agire direttamente sul bulbo pilifero. La rasatura deve avvenire con un rasoio manuale almeno tre giorni prima della seduta oppure mediante un rasoio elettrico.

Sono da evitare le creme schiarenti per i peli e la ceretta, che estirpa il bulbo. Il pelo deve essere della lunghezza di pochi millimetri: se fosse troppo lungo tutta l'energia prodotta dal laser verrebbe dispersa all'esterno della cute. Al contrario, con un pelo eccessivamente corto il laser rischierebbe di non raggiungere direttamente la zona da trattare e quindi l'intervento sarebbe nullo. Prima della seduta la pelle inoltre viene accuratamente lavata di modo da eliminare eventuali tracce di residui cosmetici o di detergenti profumati.

L'intervento di epilazione laser

L'intero intervento generalmente ha una durata variabile dai 30 ai 60 minuti, tutto dipende dall'estensione della zona da trattare. Se bisogna eliminare la peluria sul viso basteranno pochi minuti, al contrario di zone ad alta densità pilifera come le gambe.

Il laser agisce sul bulbo pilifero situato a 1,5 - 5 millimetri di profondità, in base alla zona che viene trattata. Per una buona riuscita dell'intervento, è necessario che il bulbo si trovi nella fase di crescita (detta anagen), di modo da poterlo devitalizzare ed eliminare definitivamente. I peli infatti attraversano tre differenti fasi: anagen, catagen e telogen.

La fase di crescita è quella in cui le concentrazioni di melanina sono più elevate per cui la quantità di calore assorbita mediante il fascio laser sarà maggiore. In questa fase vengono a crearsi tutte le micro-strutture in grado di produrre la crescita del pelo: bulbo, ghiandola sebacea, muscolo erettore del pelo e follicolo.

Subito dopo inizia la fase catagen, una fase di riposo in cui il pelo arriva fino alla superficie della pelle rendendosi ben visibile. L'ultima fase è quella chiamata telogen, la fase terminale in cui la crescita è oramai conclusa e il pelo si avvia alla caduta definitiva.

Prendendo in considerazione le diverse fasi della crescita del pelo, il Dott. Miccolis dovrà necessariamente sottoporre il paziente a più sedute, di modo da poter avere la certezza di intervenire su tutti i bulbi. Difatti si parte dal presupposto che in ogni seduta solo il 20% dei peli potrebbero trovarsi nella fase anagen. Solo dopo un periodo variabile di quattro-sette sedute si riuscirà a eliminare ogni traccia di pelo dalla zona interessata dal trattamento.

Durante la seduta il fascio di luce viene azionato direttamente dal medico e diretto verso la zona da trattare. L'epidermide assorbe questa luce e la trasforma in calore che va a colpire solo le zone specifiche su cui intervenire. Difatti il principio sottostante ai dispositivi laser utilizzati è quello della fototermolisi selettiva: vengono interessati solo i bersagli pigmentati senza arrecare danni ai tessuti circostanti. Per colpire il target in maniera selettiva, si modulano la lunghezza d’onda, la quantità di energia e la durata dell’impulso. Nello specifico, quindi, il raggio interviene sull'emoglobina, contenuta nella papilla e sulla melanina, la molecola presente nella radice del pelo e che conferisce il colore al pelo stesso.

A questo punto la luce del laser si trasforma in energia termica che provoca un surriscaldamento necessario per distruggere il bulbo pilifero, la guaina epiteliale e i capillari che garantiscono la nascita del pelo. Si verifica cioè una necrosi termica che porterà ad una successiva caduta del pelo. Tra una seduta e l'altra, i peli diminuiranno mentre aumenterà il tempo di ricrescita dei peli restanti, consentendo nel trattamento successivo di poter intervenire in maniera specifica e diretta.

Il post trattamento

Una volta fatta la prima seduta di epilazione laser, non si dovranno più utilizzare altri metodi di epilazione e depilazione, altrimenti l'efficacia dell'intero trattamento verrà compromessa e sarà necessario prolungare anche il numero delle sedute.

Generalmente tra una seduta e l'altra è necessario attendere almeno tre settimane, ma sarà il Dott. Miccolis a stabilire il dovuto lasso di tempo, prendendo in considerazione non solo la quantità di peluria presente sul corpo, ma anche la zona sottoposta al trattamento.

Mano a mano che si va avanti con il percorso, aumenta il periodo intercorrente tra le sedute: segnale che i peli si stanno progressivamente diradando e che quindi il trattamento sta producendo buoni risultati.

Nell'arco di circa quattro o cinque giorni in seguito alla seduta, il follicolo pilifero viene espulso in maniera definitiva dall'epidermide. Nel periodo intercorrente tra le due sedute, bisognerà utilizzare un'apposita crema lenitiva a base di betametasone e gentamicina che consentirà di ridurre il leggero arrossamento della zona trattata, che generalmente si viene a formare in chi ha la pelle particolarmente sensibile. Inoltre, sarà utile per evitare la comparsa di eventuali infiammazioni. Tralasciando questa eventualità, la seduta avviene in modo praticamente indolore e non è necessaria alcuna convalescenza. Ci si può lavare e fare la doccia in tutta tranquillità, utilizzando un sapone neutro delicato, avendo l'accortezza di non graffiare e grattare via eventuali crosticine formate sulla zona trattata. Per asciugare la pelle si procede con un tamponamento leggero e poi si massaggia la cute con una buona crema lenitiva e idratante. Nell'arco di qualche ora qualsiasi rossore e fastidio scompaiono in maniera spontanea e graduale.

Dopo circa un mese dal termine dell'intero trattamento è possibile tornare a esporsi al sole o fare delle lampade a raggi UV senza alcuna controindicazione.

I laser utilizzati

I laser impiegati nell'intervento di epilazione sono di ultima generazione e garantiscono risultati eccellenti sfruttando le innovazioni tecnologiche nell'ambito della medicina estetica.

Si tratta di apparecchiature mediche che possono essere utilizzate solo da personale altamente specializzato e qualificato. I sistemi laser impiegati sono tra i migliori del settore, sia per i risultati che consentono di ottenere, sia per la sicurezza garantita.

La potenza e l'ampiezza dell'impulso possono essere regolati per adattarsi alla tipologia di pelle, di pelo e di problema, in modo da offrire un trattamento altamente mirato e personalizzato. Non tutti i peli difatti reagiscono allo stesso modo alla stessa potenza del laser, molto dipende dalla loro grandezza e spessore, dal loro colore e da quanto sono profondi.

Il sistema laser è stato brevettato per fornire anche un raffreddamento continuo della zona trattata, di modo tale che il paziente non senta alcun dolore se non una leggera sensazione di calore e di fastidio. Il raffreddamento prevede che venga spruzzata, direttamente sulla zona, una sostanza criogenica alcuni millisecondi prima e dopo l'emissione del raggio laser.

Tutti i dispositivi laser utilizzati dal Dott. Domenico Miccolis sono certificati e approvati dalla FDA e dalla CE.

Domande frequenti

La depilazione è veramente definitiva?

La depilazione ha un andamento progressivo che porterà all'eliminazione definitiva di tutti i peli nella zona interessata al trattamento.

Quando cadono i peli dopo il trattamento?

Questo dipende da molti fattori, in alcuni casi il pelo cade all'istante, completamente bruciato dal laser. In altri la caduta avviene dopo qualche giorno.

Il trattamento è doloroso?

Il trattamento procura solo un leggero fastidio dato dalla sensazione di calore indotta dal raggio laser. In ogni caso è del tutto sopportabile e non necessita di alcuna anestesia.

Compaiono cicatrici dopo il trattamento?

Il trattamento non produce nessuna cicatrice, in alcuni casi possono comparire delle piccole crosticine sulla zona trattata, che cadranno nell'arco di qualche giorno.

Che differenza c'è tra l'epilazione e la depilazione?

L'epilazione elimina anche il bulbo, mentre con la depilazione ci si ferma allo strato superficiale della pelle per cui dopo qualche giorno il pelo ricresce.

Dopo quanto tempo si possono riprendere le attività quotidiane?

L'epilazione laser non implica un periodo di convalescenza, quindi si possono svolgere le comuni attività, come andare a lavoro, senza nessun impedimento fisico.

Quali risultati posso raggiungere?

I risultati che si otterranno al termine del trattamento vengono stabiliti insieme al medico estetico. Ogni caso è soggettivo e dovrà essere attentamente valutato, ma nella maggioranza delle situazioni si ottiene la scomparsa permanente di quasi tutti i peli superficiali con percentuali superiori all'80%.

Quali sono i costi?

I costi di un intero trattamento di epilazione laser sono soggettivi: dipende dalla zona da trattare e dal numero di sedute da effettuare. In ogni caso verrà sempre stabilito a priori e concordato insieme al paziente.

Hai bisogno di maggiori informazioni?