Medicina Estetica

Medicina Estetica

La medicina estetica, a differenza della chirurgia estetica, si occupa di trattamenti di bellezza mininvasivi.

Gli interventi di medicina estetica si possono realizzare con iniezioni, trattamenti con acido ialuronico, filler e altri trattamenti, alcuni dei quali di ultima generazione, che possono essere temporaneamente risolutivi di alcuni inestetismi.

La mininvasività, solitamente, non richiede alcuni tipo di anestesia e il vantaggio è che si può tornare alla vita di tutti in giorni entro pochissimo tempo.

La medicina estetica non è a lunga scadenza; tuttavia i trattamenti si possono ripetere nel tempo per mantenere un buon risultato.

Gli interventi di medicina estetica

Sono diversi gli interventi di medicina estetica possibili, la maggior parte dei quali riguarda il ringiovanimento cutaneo, mirato in particolar modo a viso e collo.

Gli occhi sono la parte del viso che più spesso denota il trascorrere degli anni e possono essere ringiovaniti restituendo espressività e tonicità alla pelle, mediante iniezioni di botulino e l'uso del filler, risolvendo inestetismi quali le occhiaie e le cosiddette "zampe di gallina".

Anche le labbra si possono modellare a rimpolpare grazie a iniezioni di acido ialuronico o con l'inserimento di protesi in silicone.

La pelle del viso e del collo, invece, soggetta a rilassamento e alla comparsa delle rughe, può essere rivitalizzata con l'uso di sottili fili sottocutanei riassorbibili. Questo tipo di trattamento non comporta cicatrici e può durare da 2 a 4 anni.

I progressi della medicina estetica

Nel corso degli ultimi anni la medicina estetica ha fatto importanti progressi e riesce a soddisfare le aspettative anche di chi non ama il bisturi e vuole comunque avere un aspetto del tutto naturale.

Tra le tecniche di ultima generazione utilizzate dal Dott. Miccolis, troviamo quella in grado di eliminare le rughe del collo attraverso un lifting non chirurgico.

Tre le tecniche più moderne, c'è anche l'utilizzo delle cellule staminali estratte dal grasso del paziente, che possono essere conservate e riutilizzate all'occorrenza per riparare la pelle, attuando un processo rigenerativo della cute.

Hai bisogno di maggiori informazioni?