Rinoplastica

Rinoplastica Milano

La rinoplastica è un'operazione di chirurgia estetica volta al modellamento del naso tramite la modifica della struttura ossea o cartilaginea. Questo tipo di procedura chirurgica è molto comune e rientra tra i cinque interventi estetici più richiesti al mondo.

Il naso, infatti, è l'elemento centrale del volto e la sua forma e dimensione sono in grado di influenzare notevolmente l'armonia e l'aspetto del viso. Inoltre i difetti del naso sono in grado di creano notevoli disagi psicologici, tanto da incidere sulla autostima e sulla percezione che il soggetto ha di sé stesso e, di conseguenza, anche ad influire sui suoi rapporti sociali.

Lo scopo della rinoplastica è infatti quello di donare un aspetto più armonico al paziente, rispettando però le caratteristiche naturali del suo volto. Per eseguire questa operazione con successo, il medico dovrà mettere al servizio del paziente tutta la sua professionalità ed esperienza, in modo da poter modellare il naso in base alle caratteristiche morfologiche del viso, ottenendo così un risultato estetico armonico e naturale.

Inoltre, il medico non solo dovrà eccellere nella tecnica, ma dovrà anche porre attenzione alle richieste e alle necessità del paziente, in modo da riuscire a soddisfare le sue aspettative sotto ogni aspetto.

Rinoplastica estetica: in cosa consiste l'operazione?

La procedura chirurgica non  prevede il rimodellamento del setto nasale.

Nei casi in cui il paziente ha difficoltà a respirare si effettuerà un intervento di rinosettoplastica, cioè la correzione del setto nasale.

Per quanto riguarda la tecnica della procedura chirurgica, la rinoplastica estetica viene divisa essenzialmente in due tipologie, classificate in base al modo in cui si accede al complesso anatomico del naso. Si tratta della rinoplastica chiusa, nel caso in cui l'incisione venga effettuata nella parte interna del naso e della rinoplastica aperta, se invece l'incisione dei tessuti venga praticata all'esterno delle narici.

Il primo metodo chirurgico detto "chiuso" è molto complesso dal punto di vista dell'esecuzione, in quanto il chirurgo estetico dovrà andare ad agire sulle ossa e sulle cartilagini attraverso i fori nasali. Questo è il metodo di gran lunga più utilizzato nel campo della chirurgia estetica odierna, in quanto presenta un'evidente vantaggio per il soggetto operato: grazie a questa procedura, verrà eliminato completamente il rischio di cicatrici evidenti sul naso del paziente.

La seconda metodologia, quella dell'intervento chirurgico volto al modellamento del naso chiamato rinoplastica aperta, consiste invece nell'esecuzione dell'operazione tramite una piccola incisione esterna.

Rinoplastica: la visita preliminare

Prima di procedere all'intervento di rinoplastica sarà necessaria una visita preliminare con il medico, il quale dovrà valutare con cura i diversi aspetti della fisionomia nasale del paziente, oltre alle caratteristiche della pelle del viso.

Ai fini del successo dell'operazione, sarà importante infatti determinare le caratteristiche delle ossa nasali, se la cute del volto è elastica e se è spessa, oltre alle proporzioni del naso rispetto agli altri elementi del viso, in modo da poter decidere quali sono gli aspetti su cui si dovrà andare ad intervenire durante l'atto di chirurgia estetica.

Il medico dovrà inoltre esaminare la situazione clinica generale del paziente, in modo da poter valutare se ci sono eventuali controindicazioni riguardanti l'operazione. Disturbi, malattie, l'assunzione ricorrente di medicinali, fratture o interventi al setto nasale: il paziente, durante la visita preliminare, dovrà comunicare al Dott. Miccolis il suo quadro clinico completo.

Durante la visita pre-operatoria, il chirurgo dovrà determinare che tipo di interventi correttivi sarà possibile apportare al volto della persona che si sottoporrà all’operazione, basandosi inoltre sulle volontà di quest’ultima. Al fine di poter valutare i gusti e le necessità del paziente, il medico procederà chiedendogli di spiegare quali sono le caratteristiche del proprio naso che meno lo soddisfano, in modo da riuscire a proporre un percorso chirurgico che sia in linea con i desideri e le idee del soggetto.

Inoltre, questa sarà l'occasione, per chi intende sottoporsi alla procedura, per illustrare al chirurgo le sue aspettative sull'intervento, oltre a poter conoscere tutte le informazioni importanti e i suggerimenti riguardo tutte le fasi della procedura chirurgica: prima, durante e dopo l'operazione.

Durante la visita preliminare, il paziente avrà inoltre la possibilità di discutere con il chirurgo anche riguardo eventuali operazioni integrative, tra cui la correzione del mento, in modo da poter raggiungere una totale armonia del profilo del volto.

Rinoplastica: come prepararsi all'intervento chirurgico

Una volta stabilita la data dell'atto chirurgico, verrà richiesto a chi si dovrà sottoporre all’operazione di seguire delle accortezze, che gli verranno indicate dal Dott. Miccolis durante la visita specialistica.

La prima indicazione da seguire nel periodo che precede la data dell'intervento è quella di effettuare tutti gli esami clinici necessari, tra cui l'elettrocardiogramma e le analisi del sangue, utili ad accertare che la situazione di salute del paziente sia idonea per affrontare l’intervento senza complicazioni e controindicazioni.

Altra accortezza che è necessario seguire è quella di fare attenzione a non contrarre malanni stagionali tipo influenza o raffreddamento, in quanto questi potrebbero creare problemi durante l'intervento di rinoplastica.

Inoltre, durante il periodo pre-operatorio, il paziente dovrà cessare temporaneamente di prendere farmaci di tipo anti-infiammatorio (prima di interromperne l'assunzione sarà necessario consultare il proprio medico curante), che potrebbero interferire con la buona riuscita dell’intervento.

Un'altra particolare accortezza da osservare prima di sottoporsi ad un'operazione chirurgica volta al modellamento del naso, è quello di diminuire (è preferibile interrompere del tutto) il consumo di tabacco, dato che potrebbe ritardare il processo di guarigione delle ferite, causando una convalescenza più lunga.

Inoltre, è necessario assicurarsi di essere accompagnati il giorno dell'operazione, in modo che il paziente possa usufruire dell'aiuto in fase post operatoria, soprattutto durante le ore notturne.

Rinoplastica: il giorno dell'operazione chirurgica

Anche il giorno fissato per l'operazione di chirurgia estetica, chi si sottoporrà alla rinoplastica dovrà seguire ulteriori accorgimenti, in modo da garantire la buona riuscita dell'intervento e di preservare la sua stessa salute. Innanzitutto, il soggetto dovrà digiunare dalla mezzanotte fino al momento dell'entrata in sala operatoria, curandosi di arrivare puntuale all'appuntamento con il chirurgo e portando con sé le analisi del sangue e l'elettrocardiogramma richiesti.

Giunto in clinica, il soggetto verrà sottoposto ad ulteriori controlli da parte di uno staff di infermieri specializzati e da parte dell'anestesista, il quale effettuerà delle analisi atte a confermare ulteriormente le sue condizioni di salute, prendendo anche visione degli esami clinici. Inoltre, verrà effettuata un'ulteriore visita da parte del chirurgo stesso, prima di procedere alla somministrazione delle sostanze anestetizzanti.

Il Dott. Miccolis prima di effettuare l'operazione procederà alla pianificazione del piano chirurgico, deciso insieme al soggetto in fase preliminare.

In un secondo momento, lo staff medico procederà con l’anestesia.

Il paziente godrà di una rapida ripresa in fase post-operatoria.

La rinoplastica estetica verrà eseguita incidendo i tessuti interni alle cavità nasali ("rinoplastica aperta"), proseguendo con lo scollamento della cute dalla struttura ossea sottostante. Grazie all'utilizzo di vasocostrittori, la fuoriuscita di sangue verrà diminuita e la ripresa dopo l'atto chirurgico sarà più celere.

La modalità chirurgica utilizzata dal Dott. Miccolis viene stabilita in base al genere di difetto sul quale si dovrà andare ad agire. Solitamente, la rinoplastica viene effettuata modellando il dorso nasale e cartilagini.

Si modelleranno le cartilagini, il dorso del naso e le ossa nasali se necessario.

Conclusa la sessione in sala operatoria, al paziente verranno applicati dei punti all'interno del naso, oltre ad un cerotto appositamente usato per la chirurgia, che verrà posto sulla parte inferiore della punta. In aggiunta, al paziente verrà data una speciale maschera di protezione da applicare sul naso, che avrà la funzione di aiutare la stabilizzazione della nuova forma e di evitare eventuali urti sulla zona appena operata.

Il soggetto, appena dopo l'operazione, verrà fatto riposare per alcune ore, permettendogli così di riacquistare appieno lucidità e capacità motorie. In seguito alla fine del processo operatorio, il soggetto potrà lasciare la clinica, a meno che non abbia fatto richiesta di permanenza per la notte. Ovviamente, prima di tornare a casa, il paziente verrà informato riguardo tutte le accortezze da seguire durante la convalescenza, in modo da evitare complicazioni dovuti ad atteggiamenti scorretti.

La rinoplastica è dolorosa?

Le moderne procedure operatorie di rinoplastica estetica sono meno invasive rispetto alle tecniche usate nel passato e questo comporta la totale assenza di ematomi post-operatori e riduce il rischio di formazione di gonfiori localizzati dovuti all'accumulo di liquido.

Il risultato dell'avanzamento delle tecniche chirurgiche porta quindi ad una riduzione del dolore post-operatorio, anche se una leggera sensazione di fastidio, stanchezza e spossatezza sono normali dopo essersi sottoposti ad un intervento di qualunque genere.

In fase d'operazione, ovviamente, il soggetto sarà sotto l'effetto dell'anestesia locale e quindi non sarà vigile e non sentirà alcun dolore.

Rinoplastica: il percorso post-operatorio

Il giorno dell'operazione, chi si è sottoposto alla rinoplastica, dovrà consumare solo pasti leggeri.

È opportuno ricordare, inoltre, che il paziente dovrebbe evitare di esporsi prolungatamente al sole per un periodo di almeno 40 giorni, in quanto i suoi raggi potrebbero rivelarsi dannosi per la pelle.

La zona operata sarà lievemente gonfia e potrebbe essere presente un leggero edema, che si affievolirà dopo poco tempo, per poi scomparirà in modo definitivo entro 15 giorni dal momento della rinoplastica. Il soggetto dovrà, inoltre, porre particolare attenzione alle attività quotidiane, soprattutto se faticose, e portare la maschera di protezione per un paio di settimane, in modo da scongiurare il rischio di procurare traumi alla zona operata.

Verranno prescritti alcuni medicinali che il paziente dovrà assumere per qualche giorno. Verranno fissate delle visite presso la clinica, volte alla verifica della zona trattata e per controllare lo stato della guarigione delle ferite. Solitamente le visite post-operatorie sono due, stabilite in accordo con il Dott. Miccolis.

Normalmente, il percorso di guarigione della struttura ossea nasale richiede circa 30 giorni, necessari per poter raggiungere uno stato di cicatrizzazione totale. Durante questo intervallo di tempo, è sconsigliato l'uso di occhiali da sole o da vista, in quanto il peso dell'oggetto potrebbe influire sulla zona operata.

Ovviamente, il percorso post-operatorio e i tempi di guarigione del naso variano in base al tipo di intervento al quale il soggetto si è sottoposto, oltre ad essere determinato in base alla fisiologia e alla capacità di ripresa del paziente stesso.

Rinoplastica: i tempi e le modalità di degenza dopo l'operazione

Grazie alle tecniche operatorie e alle tecnologie odierne, infatti, il paziente può lasciare la clinica dove si è svolto il processo già un paio d'ore dopo il termine dell'operazione di rinoplastica.

Anche le procedure anestesiologiche utilizzate oggi sono molto più leggere rispetto a quelle del passato: la manifestazione di effetti collaterali è quasi del tutto assente e il paziente riesce a recuperare le proprie facoltà motorie e la lucidità in maniera quasi immediata, una volta concluso il processo chirurgico.

Ovviamente, il paziente non verrà dimesso se considerato non idoneo a lasciare la clinica. Dopo l'operazione, infatti, il medico visiterà nuovamente il soggetto e gli indicherà quali sono i comportamenti e le accortezze da tenere a mente durante il periodo successivo all'intervento.

Chi lo desidera può inoltre richiedere di prolungare il ricovero fino al momento della medicazione, ideale soprattutto per coloro che devono intraprendere un viaggio lungo per tornare presso il proprio domicilio.

Le attività abituali da parte di chi si è sottoposto all'operazione chirurgica potranno riprendere dopo due settimane circa. Durante questo lasso di tempo, il soggetto dovrà riposarsi e potrà svolgere solo attività non impegnative.

Rinoplastica: eventuali rischi e complicazioni

La rinoplastica è un'operazione chirurgica e, come tale, comporta il rischio delle comuni procedure chirurgiche. Tuttavia, grazie agli elevati standard di sicurezza messi in atto, gli interventi si svolgono senza alcuna problematica e, qualora se ne dovesse presentare una, sarebbe di lieve entità e di breve durata e verrebbe trattata con professionalità dal Dott. Miccolis.

Inoltre, grazie ai notevoli progressi nel campo dell'anestesiologia, è altamente improbabile che si verifichino problemi dovuti alle sostanze sedative somministrate al paziente.

Rinoplastica: quando sarà visibile il risultato definitivo?

Dopo circa due o tre settimane dall’intervento, si potranno vedere i primi risultati, anche se l'aspetto finale del naso sarà ammirabile dopo circa 30 giorni dall'atto operatorio, quando il processo di sgonfiamento e di cicatrizzazione delle ferite sarà in via di conclusione. In linea di massima, l'esito permanente della procedura sarà apprezzabile nella sua totalità solo dopo qualche mese.

Dato che la forma assunta dal naso in seguito alla rinoplastica è definitiva, è consigliabile in fase preliminare consultare immagini che ritraggono altri pazienti prima e dopo la rinoplastica, in modo da poter valutare gli effetti concreti dell'operazione e l'impatto che il cambiamento della forma nasale ha avuto sul volto di chi si è sottoposto alla procedura.

L'operazione è infatti un processo che da un lato rimodella l'architettura nasale, ma dall’altro deve rispettare l'anatomia e l’armonia del viso.

È giusto quindi lasciarsi ispirare dalla forma del naso ideale e comunicare i propri desideri al chirurgo che svolgerà l'operazione, ma è essenziale tuttavia ricordarsi che l'indicazione potrà essere tenuta in considerazione dal medico solo come linea guida.

È opportuno quindi, sempre in fase preliminare, esprimere apertamente le proprie idee riguardanti la forma del naso desiderato, così da consentire al chirurgo di valutare la fattibilità dell'operazione e, eventualmente, di consigliare al soggetto la soluzione più idonea per garantirgli un risultato soddisfacente, nel rispetto della salute e dell'armonia estetica del suo corpo.

Rinoplastica: quanto costa?

Il prezzo dell'intervento di chirurgia rinoplastica può variare in base a diversi fattori. La procedura può essere infatti mirata al modellamento solo di una determinata parte del naso (come, ad esempio, la punta o le narici) oppure può essere dedicata alla modifica totale del naso e quindi coinvolgere sia ossa che cartilagini.

Inoltre, esiste anche la procedura chiamata rinosettoplastica che, oltre ad andare ad agire sull'aspetto estetico del naso, andrà anche a migliorarne la funzionalità. Dati i vari tipi di rinoplastica possibili, è chiaro che il prezzo dell'operazione verrà stabilito in fase preliminare in base al tipo di intervento richiesto dal paziente. 

Hai bisogno di maggiori informazioni?